Titulo

Ducati Veleno


La bellezze non sta solo nelle linee ma anche nell'originalità delle soluzioni tecniche. 

Quindi vi voglio parlare della Ducati VELENO di Andrea Maffei.
Non è una TT, non è un Monster, non è una Supermono né tantomeno una MH evolution o una 916 però è una special assoluta assemblata con parti provenienti da queste moto, e quindi è una Ducati a pieno titolo, cui è stato dato un tocco di originalità dotandola di una forcella anteriore monobraccio e da altri particolari artigianali. 




Questa la genesi: un giorno un amico di Andrea decise di rottamare la propria Gilera CX 125; Andrea restò fortemente incuriosito dalla forcella monobraccio di questa moto, si ricordò di essere in possesso di un telaio TT2 Verlicchi e così decise di realizzare la propria special Ducati. Aiutato da un gruppo di amici si mise in caccia e così reperì: la carena di una Supermono, il motore di un Monster 900 ie, il forcellone di una MH evolution e la ruota posteriore di una 916. 


Il motore è stato modificato per ricevere la doppia accensione ed è stato dotato di radiatore dell’olio e di una centralina Ducati Performance; lo scarico artigianale è un 2 in 1 conico (38 – 45 – 54) con terminale sottosella. Al telaio Verlicchi sono stati abbinati il forcellone monobraccio della MH e la forcella della Gilera; quest’ultima è stata ovviamente modificata per adeguarla al maggior peso, 145 Kg, della special rispetto alla Gilera. Come abbiamo già anticipato il cerchio posteriore proviene da una 916 mentre all’anteriore è stato mantenuto quello originale della Gilera.












No comments

La libertà di opinione verrà rispettata sempre, nei limiti della legalità. Qualora si ravvisino commenti offensivi ovvero in violazione di una qualsiasi normativa in vigore, il commento verrà cancellato ma conservato (con il relativo indirizzo ip di pubblicazione) per una eventuale azione legale.

RocketGarage Design. Powered by Blogger.