Titulo

10 Segreti per Costruire una Special


Molti si chiudono in garage con l'intenzione di creare la loro moto dei sogni, ma spesso errori e poca esperienza portano a un risultato a volte appena sufficiente.
Facendo tesoro degli errori che ho commesso in diversi anni dentro il mio garage ecco alcuni suggerimenti per aiutarvi in questo o altri progetti...


Realizzare qualcosa con le proprie mani da un soddisfazione enorme che difficilmente potrà provare chi acquista una special pronta, costruita da altri. E' poi uno dei pochi modi per lasciare un piccolo segno del nostro passaggio su questo mondo, qualcosa che resista al passare del tempo. 

Studiate !

Capisco che quando viene la voglia di realizzare la propria moto non si vede l'ora di iniziare a lavorare, ma prima di mettere mano all'ormai onnipresente flex bisogna studiare.
Cercate ispirazione, qui in queste pagine sono ormai 10 anni che vi propongo giornalmente nuove idee.
Studiate le altre moto e studiate la vostra di moto.


Osservate.

Dopo aver spogliato la vostro moto di tutto quello che non è necessario, che non sia telaio motore e ruote, sedetevi e guardare bene la moto. Immaginate forme e volumi.
Fate una foto della moto in questa condizione e usatela per ottenere un modello su cui lavorare .


Sezione aurea. 

E' dimostrato che la percezione umana mostra una naturale preferenza e predisposizione verso le proporzioni in accordo con la sezione aurea, l'occhio percepisce subito ciò che è armonico.
Quindi pensate ai vari elementi, alle loro volumetrie e proporzioni come serbatoio, sella e ogni altro elemento che costituisce la moto
Pensate anche l'insieme moto/pilota, l'immagine che ne deve venire fuori deve essere di elementi che si integrano e non solo all'oggetto statico da osservare da fermo.


Originalità.

Capisco che si desidera ciò che si vede, ma siate originali, quella sarà la vostra moto e in parte vi deve identificare, quindi basta con l'ennesima copia dell'idea di qualcun'altro.


Budget

Stabilite un budget ben definito che volete spendere per realizzare il vostro sogno e parte di esso stanziatelo per le emergenze, si perchè ci sarà sempre qualcosa che dovrete sostituire durante il montaggio perchè si rompe o è usurato.
Comprate sia nuovo che usato, sul web si trova tutto quello che serve ma prima di iniziare si deve avere già tutto disponibile.
Se avete fatto un buon progetto basterà solo seguire i vari step per rimontare tutto.



Tempistica 

Ve lo dico sin da adesso i tempi che avete previsto non saranno mai rispettati, saranno almeno il doppio perchè gli imprevisti saranno sempre in agguato, questo se i lavori li fate tutti voi, ancor di più se dovete sottostare ai tempi di lavoro di terze persone. E questo mi porta al prossimo punto


Lavori 

Di sicuro non sarete esperti su ogni aspetto e quindi non abbiate paura o vergogna di farvi aiutare da amici o da professionisti. Si è vero che chi fa da se fa per tre... ma essere umili e capire i propri limiti è segno di intelligenza.


Attrezzi

Se è vero quel detto che "I ferri fanno il maestro" . bisogna avere tutti gli attrezzi giusti per poter lavorare, gli attrezzi adatti semplificano la vita e rendono il lavoro più veloce, non c'è motivo di perdere tempo e pazienza per una chiave inglese o un cacciavite che non fà il suo lavoro.



Memoria 

Se non conoscete la vostra moto come le vostre tasche vi suggerisco di documentare tutto quello che smontate, con foto e nominate ogni filo e segnate la posizione di ogni bullone ...non vogliamo che alla fine ci avanzi qualcosa.


Lentezza 

Nessuna fretta, nessuno vi corre dietro e non dovete dare conto a nessuno dei vostri progressi. Lavorare sulla moto deve essere un piacere e non uno stress, un momento di rilassatezza che vi fa staccare dallo stress quotidiano del lavoro o dalla famiglia.


E ricordatevi sempre 

"Che se amate le moto non dovete modificarle per forza... ma se lo fate almeno miglioratele"  

24 comments

  1. Grande Orazio! Non potrei aggiungere un solo punto in più. Penso che molti, ma dico VERAMENTE IN TANTI, dovrebbero leggere queste righe, perchè con quello che si vede su riviste % Co. ... Soprattuto l'ultimo punto: su certi lo farei tatuare...

    ReplyDelete
  2. Visti i pochi commenti di apprezzamento a fronte di migliaia di visite ...mi sa che forse saranno "Per le ai porci".

    Voi che ti aggiungo un'altra perla di saggezza ? " Con le moto non si fanno i soldi....nemmeno a parlarne! " ;-)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Forse è pure peggio. In Italia vige il diritto "tutto e subito". Prima di arrivare ad un risultato, si dovrebbe passare attraverso diversi errori (lasciamo stare il caso sul milione). Se però dici ad uno "guarda che non è così", lo prende per un'offesa personale. In Italia non c'é diritto di critica, solo quello all'insulto. Non so se l'hai notato: io non scrivo quasi più. Lo faccio solo se devo elogiare qualcuno (ultimamente solo Pepo), altrimenti sto zitto. Sono stufo di perdere tempo a litigare per delle cose che, dopo due settimane, nessuno ricorda più.
      In merito al tuo ultimo punto, non si fanno più soldi nemmeno con le professioni ed i mestieri...

      Delete
    2. Ho notato che scrivi meno ..anzi avevo pensato di averti perso come lettore. Si pure io evito di criticare ciò che non mi piace ...ci vuole troppo tempo, e come dici tu il diritto di critica non esiste e se lo fai ti crei solo nemici ...ma tanti nemici tanto onore , pure basta con questo fintobuonismo

      Delete
    3. Non pensarlo neppure: io passo sul tuo blog ALMENO una volta al giorno. Ero, sono e resterò sempre un lettore di Rocket Garage!!!
      Guarda: ho provato a scrivere col vecchio nick su Moto.it, sottolineando la scarsa sportività (o meglio quella a senso unico) del Blog. Sono stato divorato vivo. L'ultimo aveva pure 59 anni (a suo dire), ma il cervello di uno di 12, credimi. Cui prodest? Non è finto buonismo il silenzio, ma un educato biglietto di sola andata per quel posto a questa gente. S'impicchino.
      Noi andiamo avanti.

      Delete
    4. salve Orazio, mi chiamo giuseppe, quello del gs 1200 modificato da unit garage, oggi ci siamo conosciuti alla "svakata" organizzata dai ragazzi di SVAKO GARAGE e sono contento di averti conosciuto .
      Da tempo avevo notato la tua triumph sui vari social network e visto che ho messo in cantiere (iniziato e non ancora ultimato) da un annetto una trident 900 del 1996, mi e' venuta voglia di riprendere i lavori.... ho accettato i tuoi consigli e leggendo attentamente quello che scrivi sul tuo articolo posso solo elogiarti per la precisione e la VERITA' che metti su come modificare al meglio le nostre "bambine meccaniche".
      Spero di poterti reincontrare per poter scambiare altre opinioni e magari strapparti consigli utili alle mie modifiche.

      Delete
    5. Giuseppe oggi pensavo alla tua moto ..che meritava qualche foto in più ma sei dovuto andare via. se hai foto di buona qualità del tuo GS inviamele .
      A fine lavori mostrami il tuo Trident . Se cerchi ispirazione , qui ne trovi quanta ne vuoi https://rocket-garage.blogspot.com/search/max-results=7?q=t300

      Delete
  3. lentezza..lentezza, quanto mi manca!! sto facendo una, ma la voglio ormai!!

    ReplyDelete
  4. Grazie dei consigli cercherò di seguirli al meglio

    ReplyDelete
  5. Vorrei anche io cimentarmi in questa nuova avventura, per creare la moto dei miei sogni, seguirò con attenzione i tuoi consigli..GRAZIE

    ReplyDelete
    Replies
    1. Mostraci alla fine dei lavori la tua moto

      Delete
  6. Bel articolo....grazzie...sono allestero sud America allora trovarmi con questo e riconfortante e piu cuando sono in mezzo del mio progetto...saluti. Felice Ferriello

    ReplyDelete
    Replies
    1. Felice grazie a te per aver lasciato un commento, quando hai finito il tuo lavoro ti invitiamo a mostrarcelo

      Delete
  7. Grazzie tanti Orazio sara un piacere per me...saluti dal Venezuela...

    ReplyDelete
  8. ciao! sono 10 punti speciali!E' un anno e mezzo che mi svago sulla mia Yamaha XT dell'83 perché come dici tu deve essere un piacere e non un lavoro!
    Ora che ho letto i tuoi suggerimenti mi sono accorto che ho ancora tanta strada da percorrere, ma non fa niente anzi preferisco cosi

    ciao ciao

    ReplyDelete
    Replies
    1. Lieto di esserti stato di aiuto...continua a divertirti.

      Delete
  9. Ciao ragazzi! Sono Stefano e da molto tempo ormai seguo questo blog serio e competente! Ho 35 anni ma da tanti anni ormai mi interesso di personalizzazioni e modifiche su moto vecchie e non. Da qualche anno ho in lavorazione una special su base guzzi 850gt che a breve credo potrà vedere definitivamente la luce. Infatti sono alle battute finali dopo almeno 3 anni di pensamenti e ripensamenti! Quello che ho notato io in questi anni è che le personalizzazioni si sono progressivamente trasformate in meri esercizi di stile ed estetica, abbandonando del tutto la strada del miglioramento tecnico, della semplificazione e dell'abbellimento delle nostre moto. Il 90% delle personalizzazioni che vedo in giro sul web e non sono di fatto delle moto assolutamente inguidabili e improponibili nel quotidiano! Comandi in posizioni assurde, selle alte 5mm, manubri più bassi del perno ruota anteriore....non è questa la strada a mio avviso!!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Si quello che dici è vero , ma spesso questi esercizi di stile sono a dimostrazione di una grande inventiva, almeno i preparatori più noti le utilizzano come biglietto da visita per far vedere cosa sono capaci di fare quando hanno le mani libere e non devono rispettare le direttive di eventuali clienti . Per gli amatori invece è un gioco che alla fine rovinando le moto rendendole inguidabili come dicevi tu.

      Delete
    2. Ciao Stefano, sono in generale d'accordo con te, io ho fatto una mia special e ho cercato oltre ad un pò di originalità anche la sfida nel creare qualcosa da una base obbiettivamente cessissima per ottenere qualcosa di guardabile. A livello tecnico ho migliorato tutto però, freni sospensioni ecc..... purtroppo se fai la tua moto spendi quanto vuoi o quanto puoi ma se la devi fare per qualcun altro devi fare i conti con il budget..... io ho messo qui la mia special, a breve ne arriverà un'altra creata da una pazzia.... www.parra5.it ciao ciao e buon lavoro

      Delete
  10. Capisco benissimo che vuoi dire penso che forse la strada sarebbe trovare un equilibrio tra la estetica e la funzionabilita...pero anche si deve capaire che cualcosa dobbiamo sacrificare..

    ReplyDelete
  11. Salve. Questo decalogo sono i 10 comandamenti e se qualcuno di essi già era nella mia testa non sarei stato così bravo a metterli in forma scritta. Quindi, grazie. A fine ottobre mi hanno regalato, parola ormai sconosciuta a molti e utilizzata solo durante le feste comandate e ricorrenze, una Suzuki GS500 del 2006 e sto meditando di modificarla. Certo sto prendo spunti qui e lì, ma sono certo che strada facendo l'idea che la renderà unica arriverà.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Piacere di esserti stato utile. Ora studia e poi inizia a lavorare duro

      Delete
  12. Ciao, grazie mille per l'articolo. Prima o poi riuscirò a iniziare a lavorare sulla moto. Intanto faccio un poster per il garage con i 10 "comandamenti". Grazie anche per i vari commenti :-)

    ReplyDelete

La libertà di opinione verrà rispettata sempre, nei limiti della legalità. Qualora si ravvisino commenti offensivi ovvero in violazione di una qualsiasi normativa in vigore, il commento verrà cancellato ma conservato (con il relativo indirizzo ip di pubblicazione) per una eventuale azione legale.

RocketGarage Design. Powered by Blogger.