Titulo

Ulster XTR


Pepo Rosell si è fatto conoscere in questo mondo con l'aggettivo di radicale , come era la sua Radical Ducati , ma questa sua visione lo ha portato verso l'estremo, tanto che il suo atelier ora di si chiama XTR Pepo . Questa sua ultima motocicletta incarna perfettamente questo concetto , è estrema.



Provenendo dal moto delle gare è chiaro che ogni qualvolta gli capiti l'occasione lui fa uscire questa anima corsaiola che è fatta anche di citazioni e dalle sue esperienze di vita, infatti questa moto non è stata realizzata su commissione per un cliente ma solo per suo piacere personale, seguendo il suo gusto. 



Alta, snella filante la Ulster assomiglia a un lama , paetendo da un Ducati Monster 750 ne ha fatto una moto estrema nella posizione di guida che fa caricare l'anteriore oltre l'inverosimile , se poi è accoppiato a un telaio Verlicchi che equipaggiavano le vecchie Ducati ecco il tutto ha un senso .


Ma il nome Ulster ricorda le road race , quelle dove temerari si sfidano sulla lama del rasoio sul filo dei 200 orari di media tra murettti e marciapiedi , ma se si osserva la moto ci sono richiami anche alla gare di endurance tanto care a noi e a Pepo.


Questa moto oltre ad aver colpito la mia attenzione durante il weekend monzese al The Reunion rappresenta anche il ritorno di un sodalizio e di un amicizia, infatti a questa moto ha collaborato il mio amico fraterno Edgardo Di Nobile , che ha costruito parte del telaio e lo scarico ...vederli di nuovo insieme è stata un gioia quasi superiore che la delizia di visione di questa moto.


Osservandola avevo quasi voglia di chiedergli di farmela provare e so che non mi avrebbe rifiutato questo piacere, ma la mia stazza mi avrebbe davvero fatto soffrire come un fachiro.


Se siete rimasti colpiti da mezzo estremo sappiate che è stato messo all'asta    

Di seguito la scheda tecnica dei lavori eseguiti e di tutte la parti utilizzate 
 Conversion sheet
Pepo Rossel then passes us the inventory of modifications suffered by the original Monster 750 until this spectacular creation: The Ulster.
Warehouse of the Ducati 749 R
XTR own design seat
Derbi headlights
Dashboard Aviacompositi
NG brake rotors.
Frentubo kevlar brake lines.
Frentubo Kevlar clutch line.
XTR adjustable and foldable levers.
Ducati St2 brake pump.
Ducati ST2 Clutch pump.
Front fork modified with Andreani internals.
YSS rear schock.
S & P reglable footrests.
Wolfman 2 in 1 exhaust system.
Spark silencer.
LIPO battery.
Dismantled engine reviewed and retouched by parts
DNA air filters
Domino quick open gas throtle.
NGK Racing Spark wires.
Electrical wiring repositioned.
XTR led rear light.
XTR license plate suport.
XTR led blinkers.
NG rear brake rotor.
Regina gold chain.
Frentuo rear brake kevlar line.
Pirelli Rosso tires.
Pintumoto painting.







No comments

La libertà di opinione verrà rispettata sempre, nei limiti della legalità. Qualora si ravvisino commenti offensivi ovvero in violazione di una qualsiasi normativa in vigore, il commento verrà cancellato ma conservato (con il relativo indirizzo ip di pubblicazione) per una eventuale azione legale.

RocketGarage Design. Powered by Blogger.