Titulo

Il Toro e le sue Mucche.

Quando la BMW mise sul mercato i primi G/S monolever, questi si presentarono con una particolare caratteristica: la moto in rilascio aveva un movimento che faceva alzare il posteriore, come un toro meccanico, per intenderci. Tutto ciò, unito alla potenza del mezzo e alle sporgenze del boxer che lo muoveva, ha permesso di attribuire il nome di Gummy-Kuh, letteralmente Mucca di Gomma, appunto il toro meccanico. Questa è l’etimologia del termine che spesso sentiamo usare per apostrofare le BMW e chi meglio di un Toro può aver a che fare con delle mucche??



La scelta del nome dell'officina di Riccardo Micheli, Toro Moto, non riguarda solo la Tauromachia o tutta una serie di congetture astrali che si sono succedute l’una all’altra, ma sta a significare anche una grande passione per quel marchio che iniziò a produrre moto a Norimberga quasi un secolo fa.. Moto che Riccardo conosce bene, perché era il lontano ‘93 quando inizio’ a lavorare come meccanico in rete ufficiale BMW, dove è rimasto per 15 anni.


Ad un certo punto come spesso accade a chi fa qualcosa di bello, la passione diventa ossessione, non bastano la BMW casa madre nè le esperienze nel mondo delle corse che lo hanno visto anche mettere sulla moto un giovanissimo Nicolò Canepa, - che da sopra la moto non toccava con i piedi in terra - ricorda con affetto e piacere Riccardo. Infatti è già da lì che in lui nasce la voglia di costruire qualcosa di suo, dove poter dare sfogo alle sue ossessioni creative e dove poter costruire le sue “mucche”. Sì, perché non è un vincolo, ma da Toro Moto ci si va se vuoi una tedesca perché, come dice lui, con il suo accento toscano e quella espressione tranquilla e serena (di chi sa cosa sta facendo e alla cui genuinità non puoi attribuire superbia) - Io di BMW sono uno specialista. 


La sua passione sono i vecchi boxer, - mi piace averlo lì sul banco, nudo, e cominciare a costruirgli intorno, prima con la testa e poi con le mani...faccio sempre così. Poi continua
spiegandoci che gli piacciono le basi d’epoca, sia per la loro semplicità nelle linee, dove mantenere tutto in equilibrio diventa sì più complesso, ma anche molto più interessante e stimolante, sia per la possibilità di realizzare uno stile unico senza tempo grazie a materiali e componenti di alta qualità e tecnologia, con soluzioni innovative prettamente meccaniche. 


Questo stile è riscontrabile nel “La Bimba”, vincitrice di diversi premi , allo stesso modo lo ritroviamo nella splendida “Barralesta” presentata in anteprima a Verona al Motor Bike Expo a gennaio e reduce del best in show al Motor expo a Pisa; e in “Argenta”, ultimo piccolo lavoro appena terminato ed esposto alla manifestazione Expo Motori a Pisa, le cui immagini vi presentiamo in esclusiva. 


Il punto di forza del customizer pistoiese è sicuramente la maniacale cura dei dettagli, oltre alla ricerca di alcuni pezzi originali, che poi con destrezza e minuzia modifica per renderli unici. Questo è ciò che è stato fatto anche con il motore della “Barralesta”, completamente revisionato e maggiorato a 860cc, fornito adesso di doppie candele. Il risultato: all'apparenza tutto originale, ma uno straordinario lavoro di meccanica che oltre alle prestazioni migliora il sound che “brilla” quando esce dal collettore dello scarico con i terminali HP Corse.


L’obiettivo principale di Riccardo è riuscire sempre a cucire la moto addosso al cliente, renderla sua con il proprio stile, coinvolgendo il committente dall’inizio alla fine del processo ,in modo totale, addirittura mettendolo al lavoro in alcuni casi.
Come è successo con questa BMW R65/3 che è stata completamente rivista e ricostruita. Il cliente è arrivato all'officina di Pistoia dopo una ricerca che lo aveva portato, guarda caso, a sapere che lì erano specializzati nelle special BMW e lui ne voleva una in stile Cafè Racer. Una volta entrato aveva, come spesso succede, iniziato a sbobinare molte delle informazioni prese in rete, senza una reale concretezza se non quella di volere una moto aggressiva, senza essere eccessiva e scontata e che fosse vintage, ma moderna.
Questo era il cliente giusto, nel posto giusto.


- la Barralesta
Seguiamo il metodo del Nostro ospite e iniziamo a vedere nello specifico questa moto partendo dal blocco motore.
L' imponente Boxer è stato verniciato in grigio ed arancio con contrast cut su tutte le alette e completamente rifatto con cilindrata maggiorata da 650cc. a 860cc. Le testate sono state modificate apportandogli una doppia candela con un'accensione comandata da una centralina dell’anticipo a 16 mappature selezionabili; i condotti sono stati flussati e curato il rapporto di compressione.



Il Carter motore anteriore e tutta la parte dell’aspirazione sono stati riadattati da alcuni pezzi presi da moto ancora precedenti e dai modelli /5. I Carburatori originali sono verniciati, satinati e revisionati: spilli, getti e freni aria tutto messo ad hoc
I collettori di scarico, realizzati a mano, montano terminali HP Corse.


Un plexiglass, con inciso il logo delle moto costruite dall’officina, s'illumina per rifrazione, separando la parte finale del blocco motore dalla parte posteriore della moto, dove il telaio reggisella è stato interamente costruito. La sospensione posteriore Wilbers dedicata sostiene il forcellone monobraccio ed i cerchi a raggi con mozzi ricavati dal pieno sono di pregiata fattura, lavorati in contrast cut.


Le forcelle anteriori sono state completamente rifatte e accorciate per avere una escursione di 13 centimetri come le moto stradali e da corsa. I Tappi forcella con precarico molla registrabile sono realizzati dal pieno, il sistema frenante Brembo chiude i doppi dischi artigianali anche questi realizzati a contrasto. Le piastre forcella disegnate e ricavate dal pieno hanno nella parte superiore il sensore M-lock di accensione, mentre i mezzi manubri, fatti a mano, montano comandi Beringer, blocchetti elettronici MotoGadget, come la strumentazione. Il Fanale è completamente a led e le luci di posizione fatte a mano.


Il portatarga, realizzato dal pieno, è dotato di Indicatori di direzione e stop a led omologati. Tutte le sovrastrutture della carrozzeria, coda, parafanghi, cupolino, insieme alla scatola portabatteria sono in lamiera e battuti a mano. La sella si apre elettronicamente svelando un ampio portaoggetti che occupa tutta la coda della moto. Il serbatoio stock è chiuso da un tappo realizzato al cnc e i rubinetti cromati satinati, provengono da un modello storico . 


L’impianto elettrico è realizzato ad hoc adottando una centralina con connessione Bluetooth ed una App dedicata interfacciabile con il proprio Smartphone.
Abbiamo lasciato per ultima e non ultima ciò che colpisce di questa moto per effetto ed equilibrio: la sua colorazione.
Viene da una scomposizione dei colori storici della 90 S, i cerchi sono anodizzati arancio, come i tappi forcella, i dettagli del mono ammortizzatore e le leve freno e frizione. Il serbatoio come la coda sono neri con delle cornici sfumate in arancione che rivelano l’anima metallica dei componenti. Anche i tubi aeronautici sono in degradè come il telaio nelle tonalità di arancione e nero.
Questa incredibile e accurata selezione di dettagli e modifiche, rende non solo questa moto eclettica e aggressiva, come voleva il cliente, ma la rende assolutamente fruibile e tutte le modifiche apportate ne hanno migliorato le prestazioni meccaniche e la qualità di utilizzo. Caratteristiche fondamentali per passare l’esame di RocketGarage.
- insieme con “Barralesta” troverete alcuni scatti di “Argenta” una scommessa fatta e realizzata in soli due mesi per un amico che si sposava e la voleva assolutamente per quel giorno, appena presentata al Expo Motori di Pontedera.


Salutando Riccardo Micheli di Toro Moto gli chiediamo cosa bolle ora in pentola. Ci ha raccontato che l’anno scorso ha partecipato a un workshop con Ola Stenegard insieme a Sergio Giordano di Italian Dream Motorcycle che ha molto ispirato entrambi e stanno fantasticando un progetto insieme da tempo...

























No comments

La libertà di opinione verrà rispettata sempre, nei limiti della legalità. Qualora si ravvisino commenti offensivi ovvero in violazione di una qualsiasi normativa in vigore, il commento verrà cancellato ma conservato (con il relativo indirizzo ip di pubblicazione) per una eventuale azione legale.

RocketGarage Design. Powered by Blogger.