Titulo

Setteecinquanta | Modern MV 750 S


I falsi d'autore sono opere che riprendono icone dell'arte come questa moderna versione della MV 750 S .
La MV 750 S è di sicuro una delle più belle moto, non solo della MV Augusta, ma di tutto il panorama motociclistico italiano, un vero mito che fu prodotta in soli 1152 esemplari tra il 1970 e il 1974  che il conte Domenico Agusta volle produrre non per spirito puramente lucrativo, ma con l'intento di farne un numero limitato di esemplari che dovevano rappresentare, sotto ogni aspetto, l’emblema della motocicletta italiana elitaria. 




Questa moderna versione di quella moto del passato è opera di un appassionato italiano del marchio di Cascina Costa, un progetto durato ben cinque anni.


Abbiamo parlato al telefono con Micky che ci ha raccontato la storia di questa moto e del suo processo creativo. Lui pur dimostrando enorme competenza tecnica e pratica nel costruire moto non lo fa di mestiere ( "Con le moto non si fanno i soldi" Cit.) ma in passato ha collaborato con alcuni dei preparatori più noti del nostro paese.


Sembra quasi ripercorre la filosofia del conte Domenico Agusta che produsse le 750 Sport non per spirito puramente lucrativo,ma con l'intento di farne un numero limitato di esemplari che dovevano rappresentare, sotto ogni aspetto, l’emblema della motocicletta italiana elitaria. 


Ci ha raccontato che l'idea è arrivata nel 2009, quando in un'occasione incontro Giovanni Magni e gli parlò di questo suo progetto, costruire un moto con prestazioni e quote ciclistiche moderne ma con una estetica che ricordasse il passato.
Il nostro amico aveva tutto il progetto in testa, non aveva bisogno di disegni, ma questa sua lucidità di veduta non fu recepita al tempo dal suo interlocutore.
Ecco che in quel momento scatto quella molla, costruirla per dimostrare che si poteva fare.


La moto è stata realizzata da zero, creando quasi completamente ogni elemento necessario, solo le forcelle arrivano dalla moto che ha donato il motore, una Brutale 750.


Per far si che la moto funzionasse e avesse le stesse prestazioni della moto moderna, si è partiti dal motore, che è stato posizionato nello stesso punto della moto donatrice e mantenendole quote ciclistiche moderne è stato cucito attorno il telaio.
Ma prima del telaio è stata costruita un dima per il suddetto telaio, insomma un lavoro lungo e laborioso che se si considera che è stato realizzato in un garage di 20 metri quadri e non in una officina specializzata si capisce la qualità dell'impresa.


Su questo telaio trovano posto il serbatoio in alluminio e la sella, il tutto dal peso molto ridotto rispetto una moto moderna.
Per i più attenti e tecnici che si staranno chiedendo come ha risolto il problema della cassa filtro che avrebbe dovuto trovare posto all'interno del serbatoio, vi diciamo che basta osservare i carburatori per vedere come sono stati realizzati i nuovi condotti di aspirazione che non solo più lineari ma presentano una curva, certo si perde un pò di potenza rispetto alla configurazione originale, ma per ottenere il risultato voluto si dovuti scendere a compromessi sacrificando qualche cavallo.


Se avete un sensazione deja vù nell'osservare i sinuosi scarichi è perchè arrivano direttamente dalla Magni, l'azienda italiana che ancora crede nella storia della MV creando special dal grande fascino.
Micky appena ha completato il suo lavoro ha subito voluto provare la moto, ed era talmente il piacere di guida di un progetto nato ed eseguito bene, che ha percorso 400 km tutti d'un fiato.

Ma la soddisfazione più grande di avere svolto un ottimo lavoro è arrivato dal giudizio dal presidente di MV Agusta Giovanni Castiglioni, che alla vista del lavoro e della sua esecuzione ha chiamato i suoi ingegneri e ha chiesto " Ma perchè non l'abbiamo costruita noi un moto cosi" 


Insomma tanto lavoro che portato e porterà grandi soddisfazioni a Micky, infatti sarà esposta al Motor Bike Expo di Verona il prossimo Gennaio e sono sicuro che si farà notare, quindi se volete una ragione in più per andare alla decima edizione del MBE eccovene una.   
         































No comments

La libertà di opinione verrà rispettata sempre, nei limiti della legalità. Qualora si ravvisino commenti offensivi ovvero in violazione di una qualsiasi normativa in vigore, il commento verrà cancellato ma conservato (con il relativo indirizzo ip di pubblicazione) per una eventuale azione legale.

RocketGarage Design. Powered by Blogger.