Titulo

Caro Babbo Natale...Odio le moto elettriche


"Caro Babbo Natale, eccoci arrivati al fatidico momento della tradizionale letterina. Quest'anno la richiesta è un pò diversa dagli anni precedenti, non chiedo doni materiali, tanto so che non me li porterai e quindi ti chiedo invece un gesto concreto che possa essere utile a me e a qui vecchietti che sono legati e amanti dei motori a scoppio.
Fa che le moto elettriche non siano il nostro prossimo futuro...."



...Tu come me sei legato alle tradizioni, vai in giro su una slitta trainata da renne quindi puoi capire chi è troppo vecchio e legato alle vecchie abitudini per cambiare. 
Si è vero che l’elettrico è il futuro e che ha un sacco di frecce al suo arco, perché non scalda, non necessita di manutenzione, ha meno componenti, paga meno di assicurazione, va dove una moto normale non può andare, non vibra, non paga il bollo e meno di assicurazione. Ma caspita non posso guidare qualcosa che ha lo stesso rumore dei giocattoli dei miei figli.

Sono nato quando le moto fumavano e le nuvole che generavano erano ricche di odori,  olio ricinato, il Castrol TTS, abbiamo imparato a guidare più con l'orecchio che con l'occhio, invece di guardare la strumentazione ascoltavamo il motore per capire se girava bene al minimo, per sapere quando cambiare la giusta marcia e per goderci urlo del motore quando davamo il gas.

Si siamo dei audiodipendenti, il sound è come un droga e sentire cantare un motore come il CBX 1000 sei cilindri che quando è carburato a dovere e come sentire un V 12 dalle vecchie Formula 1, ti giuro non ha paragoni.

E poi diciamocela tutta, se moto elettriche non hanno anima, sono più vicine ad un elettrodomestico, efficienti ma senza anima.
Forse sono la scelta logica e intelligente per la mobilità urbana ma non certo per il motociclismo dinamico, quello che pratichiamo la domenica mattina con gli amici.

Sono troppo legato al motore termico, senza tanta elettronica che dove l'atto di guidare e un'insieme di azioni sincronizzate: ascoltare il motore, tenerlo al giusto numero di giri per inserire la marcia adeguata, insomma un rituale che i giovani che verranno non conosceranno e forse non avranno nemmeno il piacere e la voglia di apprenderlo.

Quindi anche se mi daranno del preistorico voglio godermi ogni colpo di gas finchè il progresso non ci travolgerà e chiedo a te che questo momento si avveri il più  tardi possibile 


   



No comments

La libertà di opinione verrà rispettata sempre, nei limiti della legalità. Qualora si ravvisino commenti offensivi ovvero in violazione di una qualsiasi normativa in vigore, il commento verrà cancellato ma conservato (con il relativo indirizzo ip di pubblicazione) per una eventuale azione legale.

RocketGarage Design. Powered by Blogger.