Titulo

Suzuki GSX 1400 Augh Design | Best for Me


Questa Suzuki è la mia personale vincitrice del Ferro dell'anno 2018 che si è svolto la Motor Bike Expo.
Sul mio profilo personale avevo scritto che avevo scelto la vincitrice di quest'anno, e nonostante ci sia andato molto vicino il mio giudizio non è stato concorde con quelli dei giudici della giuria.
Vi dico molto vicino perchè pur vincendo nella categoria dei "Non Professionisti"
lo scarto dei voti è stato veramente ridotto.


Appena sono arrivato allo stand di Ferro ho subito visionato tutte le moto in concorso , alcune le conoscevo altre no, ma tra tutte questa ha attirato la mia attenzione, si notava subito che la moto è il prodotto di qualcuno che ha una formazione da design, con una esecuzione dei lavori davvero notevole, solo impercettibili errori di gioventù che può notare un occhio allenato.
Una moto che non era un oggetto creato per fare scena come ci ha ormai abituati questo mondo, ma una motocicletta funzionante e performante, dove la ciclistica è stata aggiornata per migliore la base di partenza, base al quanto inusuale visto che questa muscle bike giapponese ha avuto davvero poca fortuna commerciale, anche se vantava una coppia un motore da riferimento ..almeno nella cubatura per le naked.
Notevole studio di forme e volumi dove ogni dettaglio o piccolo accessorio aveva il suo perchè e non solo per fare scena.
Tutti gli elementi sono stati progettato al computer e realizzati con la massima cura , come la cassa filtro trasparente o il tappo serbatoio con l'oblò per il livello benzina che richiamano le bocchette dei rifornimenti rapidi delle moto endurance, serbatoio realizzato in alluminio con la superficie spazzolata a mano talmente bene da sembrare un oggetto uscito da una fabbrica.
Il codino che se osservato nella vista laterale nasconde la sua forma sfuggente che si nota solo guardandolo da dietro , codino che può essere asportato per il sellino passeggero.
Certo forse un filo carico nelle scelte cromatiche nelle finiture di alcuni particolari , forse un scelta più discreta avrebbe fatto risaltare ancor di più il lavoro di design che è stato svolto.    
Leggendo sui social ogni fazione ha decretato il suo favorito, voto spesso spinto da un rapporto di amicizia diretta o per passione per un determinato marchio, ma anche se non tutti saranno d'accordo con questo mio io rimango convinto di questo giudizio.
P.S. chiedo scusa per le foto che non danno davvero onore al lavoro di Mario Fedele di Augh Designma prossimamente pubblicheremo un servizio completo con tutte le info tecniche e la storia di questa moto. 






















1 comment

La libertà di opinione verrà rispettata sempre, nei limiti della legalità. Qualora si ravvisino commenti offensivi ovvero in violazione di una qualsiasi normativa in vigore, il commento verrà cancellato ma conservato (con il relativo indirizzo ip di pubblicazione) per una eventuale azione legale.

RocketGarage Design. Powered by Blogger.