Titulo

Lord of the Bikes


Vi avevo annunciato la nascita del programma già mesi fa in un vecchio post , ma ormai siamo al conto alla rovescia per la messa in onda, infatti è in arrivo martedì 22 marzo alle 22.00 su Sky Uno HD LORD OF THE BIKES, un contest unico nel suo genere, il primo format che lancia la sfida tra squadre di customizzatori di motociclette e che vedrà, tra i protagonisti, il leggendario marchio Moto Guzzi.

video










In giuria: Filippo Barbacane, un customizzatore italiano di fama mondiale e artista che rappresenta il mito moderno della filosofia Moto Guzzi; Paolo Sormani un giornalista molto stimato nel settore, e Aryk, una ragazza dalla forte personalità esperta di custom paint, che con le sue decorazione a pennello personalizza caschi e moto con uno stile unico.



10 team di professionisti si affronteranno a colpi di creatività e chiavi inglesi per creare la custom bike migliore. Un percorso ricco di ostacoli, imprevisti, e sfide contro il tempo decreteranno chi sarà il Lord of the Bikes. In ogni puntata, i 10 team di customizzatori dovranno re-interpretare una Guzzi V7 II Special su un tema assegnato dai giudici mentre i finalisti si scontreranno sulla nuovissima Moto Guzzi V9.



La storica fabbrica Moto Guzzi di Mandello del Lario ospiterà questa avvincente sfida tra customizzatori con uno stile tutt’altro che ordinario, valutati da una giuria composta da personaggi noti nel settore.


12 comments

  1. È un format copiato (almeno da quanto dichiarano gli uffici stampa). Voi e i tribunali ne vedrete delle belle....

    ReplyDelete
    Replies
    1. A cosa ti riferisci ? Spiegati meglio. Il format del programma in ogni caso non è nuovissimo, l'idea già girava nell'ambiente da qualche anno ..basta cerca sul web

      Delete
    2. Il progetto è stato lanciato in Italia nel 2013 da Bike Riders e nel 2014 proposta alla Guzzi che, dopo varie modifiche su misura, dichiarò nel 2015 di non essere interessata... Poi lo ha realizzato con altra produzione. Sempre DIECI customizzatori, una giuria certamente molto qualificata con Jerry Caronte e Fred Kodlin... vabbé, siamo in Italia.

      Delete
    3. Il progetto del reality è stato presentato dalla produzione di Bike Riders a molte aziende italiane nel 2014. Piaggio si disse interessata a partecipare e chiesero di apportare modifiche perché volevano che ci fossero solo Moto Guzzi. Nel 2015 hanno detto di non essere più interessati. Poi lo hanno fatto uguale con una produzione diversa. Complimenti per la correttezza!

      Delete
    4. Questo progetto è stato copiato dalla Guzzi da un progetto chiamato Bike Riders - Il Reality... https://www.youtube.com/watch?v=Q6noNA27vPI

      Delete
    5. Se è per questo gira un video ancora più vecchio dove vede Dino Romano protagonista di uno spot su un format uguale .
      Nel video che hai pubblicato c'è anche l'amico Francesco Bella di North Custom ..lui è uno bravo davvero .

      Delete
    6. Caro omino che continui su più siti a millantare la paternità del format, sono spiacente di dirti che il format è stato pensato realizzato e conseguentemente depositato in SIAE già nel 2012. Inoltre il trailer che vede come protagonista DIno Romano (realizzato sia in Italiano che in Inglese proposto anche a BBC, ITV e Channel 4) è stato girato nell'estate del 2012 e uplodato su Vimeo in data 11 Dicembre 2012. Direi che la storia finisce prorpio qui.

      Delete
    7. Vorrei pregare di firmare i vostri messaffi visto che si parla di argomenti delicati e si fanno delle precisi affermazioni, non vorrei essere chiamato in causa in questioni legali per la pubblicazione di fatti non veri. Sicuro che comprendete la mia posizione vi confermo che qui c'è sempre spazio per parlare e confrontarsi .

      Delete
  2. Non è per giustificare, ma per chiarire .. dato che sono stato tirato in ballo ( senza essere per lo meno interpellato, per avere uno stralcio di verità..) . L'idea è nata a cena in un ristorante del Senese nella primavera del 2012 (avevamo girato un'altro "promo" con una mia moto), quando tra bicchieri di chianti e chiacchiere col regista (Christian Gandini) , venne fuori l'idea di un possibile programma italiano. Fu così che nell'estate dello stesso anno che il promo di Lord of the Bikes ( si chiama "promo" perché deve servire come esempio per promuovere un'idea .. niente a che fare con "puntate zero"), fu girato a casa mia con l'aiuto di amici di merenda, ( tra cui i gemelli Guerra , Roberto Barbagli, Paolo Cristiano, Mirjam Cugini e altri . Non sono a conoscenza della data di registrazione presso la Siae ( non mi riguarda ), ma so' per certo che ci sono voluti circa due anni (alla produzione) per trovare il possibile acquirente della trasmissione . Si arriva a Marzo 2015 quando mi viene chiesto di partecipare .. il resto potete vederlo da voi .
    Secondo me Orazio non puoi essere tirato in ballo per disinformazione..
    Dino Romano .

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie Dino per la tua risposta che porta chiarezza in questa vicenda. Ti aspetto alla prossima puntata ...ed anche in finalissima . Auguri e vinca il migliore

      Delete
  3. Sono l'omino che però non millanta come dice ANONYMOUS. Il programma Bike Riders, pensato già nel 2012, ha realizzato fin dal 2013 un format italiano in cui i customizzatori vengono mostrati nel loro lavoro. Il format è stato depositato in SIAE nel 2013. A MOTODAYS 2014 ci fu la premiazione sul palco del Pad. 7 quello di Kromature. Chissà perché la "nuova" realizzazione è avvenuta proprio con Moto Guzzi dopo che è stata a loro presentata da Bike Riders e - caratteristica non da poco - dopo la modifica al progetto che la stessa Moto Guzzi aveva chiesto, ovvero che si trattasse solo di Guzzi. Può ben capitare che due o più persone che non si conoscono abbiano una idea che si assomiglia ma ciò che fa la differenza è come avviene la realizzazione. E non basta un trailer o promo. Due progetti simili possono convivere - vedasi nel campo musicale in RAI e Mediaset - ma ciò che rende insopportabile la situazione è la mancanza di etica che le trattative richiedono. E alcune soluzioni di Gandini - esattamente identiche al nostro progetto - non sono parte del loro format depositato in SIAE. Ovvero: proponi a Pinco una cosa, peraltro in parte già realizzata, e poi trovi le stesse cose proposte realizzate da Pallo per conto (e con i soldi) di Pinco, ovviamente! Non sono anonimo, Cordiali saluti a tutti gli appassionati di moto, Maurizio Miazga - Bike Riders

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie Maurizio per la dettagliate informazioni. Le idee sono cose difficili da tenere sotto controllo.

      Delete

La libertà di opinione verrà rispettata sempre, nei limiti della legalità. Qualora si ravvisino commenti offensivi ovvero in violazione di una qualsiasi normativa in vigore, il commento verrà cancellato ma conservato (con il relativo indirizzo ip di pubblicazione) per una eventuale azione legale.

RocketGarage Design. Powered by Blogger.