Titulo

La Scramblerona


BMW Special su base BMW R 100 GS :

Breve excursus sulla lavorazione

La moto si chiama Scramblerona perché normalmente per le scrambler su base bmw si utilizzano modelli con dimensioni e geometrie più compatte, ad esempio quelli stradali che montano di serie dei cerchi da 18” e hanno delle escursioni ridotte. La base di questa special invece è una BMW GS del 1989 quindi con cerchio da 21” all’anteriore e piuttosto alta da terra.

BMW Special on a BMW R 100 GS: The Scramblerona

Brief explanation on the working

The bike is called The Scramblerona because normally for the scramblers on a bmw basis are used models with more compact dimensions and geometries, such as those road bikes with front rims of 18 " and reduced fork travel. The basis of this, instead is a BMW R100 GS dated 1989 with front rim of 21" and quite high off the ground.






 La Scramblerona nasce dalla richiesta di Roberto Magnani, per gli amici Rupert, un emiliano appassionato di motociclette customizzate, e realizzata dalle sapienti mani del suo amico Alessandro Arletti che ha trasformato la propria passione per  i motori in un vero e proprio hobby a tempo pieno (A. A. Motospeciali).

Le linee guida per la trasformazione della Scramblerona erano molto semplici: prendendo spunto da realizzazioni già eseguite dall’esperto Alessandro e dal gusto personale di Rupert, sono stati individuati abbastanza velocemente i dettagli di maggior impatto estetico: serbatoio, parafanghi, fianchetti e sella. D’altronde cos’altro c’è che caratterizza una moto nuda e ridotta all’essenziale?

Unica imposizione di Rupert: la trasformazione deve risultare completamente reversibile, ovvero, la moto deve poter tornare esattamente come all’origine! Questo ha naturalmente imposto alcuni vincoli, fortunatamente pochi, riguardanti soprattutto il budget, dovendo acquistare alcune parti da poter tagliare e modellare senza toccare le parti originali.

Quindi telaio posteriore di un altro GS tagliato, accorciato e adattato artigianalmente e nuovo alloggiamento batteria.

Per il serbatoio si è scelto uno dei più bei serbatoi mai realizzati dalla Casa bavarese ovvero il serbatoio da G/S prima serie che dona alla moto una linea molto filante e snella. Per la colorazione, si è optato per un verde militare semi-opaco con le guance spazzolate in alluminio semi-lucido e filetti in nero realizzati a mano direttamente sul serbatoio, in modo da riprendere sia il colore nero del telaio che i nuovi parafanghi in alluminio semi-lucidi (basso all’anteriore anziché alto come la versione originale in plastica).

I cerchi a raggi e i coperchi valvole sono stati verniciati di nero per dare alla Scramblerona un look più aggressivo. Inoltre il disco freno anteriore da 280mm è stato sostituito da un ben più performante disco da 320mm con distanziale pinza realizzato in alluminio dal pieno. Nuovi tubi freno aeronautici per la massima resa in frenata.

I fianchetti originali sono stati sostituiti da fianchetti artigianali realizzati in pelle color nero sapientemente rifilati seguendo il disegno del telaio.

Via cruscotto e fanale anteriore, è stata mantenuta soltanto la strumentazione del contachilometri, alloggiata in modo artigianale appena sopra il nuovo faro tondo da 180mm preso da una BMW R45 su cui sono state inserite le due spie principali: pompa dell’olio e batteria. Il blocchetto dell’accensione è stato spostato sul fianco sotto il serbatoio, al posto del clacson. Fanale posteriore aftermarket da scrambler e targa rivettata direttamente sul parafango.

Via anche i paracilindri e di conseguenza via anche il cavalletto laterale e il radiatore dell’olio, riposizionato centralmente dietro le forcelle anteriori grazie ad un kit specifico.
Nuove frecce a bicchierino in alluminio spazzolato molto più sobrie delle originali ma dal sapore altrettanto retrò.

La sella è stata realizzata interamente a mano partendo da una base di alluminio finemente modellata per rimanere a filo con l’ingombro del telaio, risultando molto più corta e snella dell’originale, ma mantenendo comunque una lunghezza da bi-posto altrettanta comoda. In pelle marrone scuro per contrastare il verde militare del serbatoio, con cuciture tono su tono e profili dal look vintage. E una striscia di pelle adagiata sapientemente sulla schiena del serbatoio per dare continuità e renderlo un tutt’uno con la sella.

Per lo scarico sono stati mantenuti i collettori originali, coperti da una fascia paracalore in colore grigio, uniti in un unico terminale racing artigianale a pallottola, silenziato per quanto da un indispensabile db killer.

Il risultato lo si può vedere bene dalle foto, una BMW GS del 1989 che seppur già agile di suo rispetto ai modelli più recenti, lo è diventata ancora di più con un aspetto e un sound da vera Special!

English text:



The Scramblerona stems from the request of Roberto Magnani, nickname Rupert for his friends, a fan of custom motorcycles , and built by the expert hands of his friend Alessandro Arletti who has transformed his passion for the motors in a full time hobby  (A. A. Motospeciali).

The guidelines for the transformation of The Scramblerona were very simple: taking a look at the special bikes  already made by Alessandro  mixed up with the personal taste of Rupert, the details of most aesthetic impact have been identified fairly quickly: tank, fenders, side panels and seat. Besides, what else is there that features a naked bike reduced to the essentials?

The only imposition of Rupert: the transformation must be completely reversible, that is to say, the bike must be able to come back exactly as in origin! This has naturally imposed some constraints, fortunately only a few, especially regarding the budget, having to buy some extra parts to be able to cut and shape without touching the original parts.

So the rear frame of another GS was cut, shortened and adapted by hand and a new battery pack.

For the tank was chosen the tank from G/S first series one of the finest tanks ever made by the Bavarian Company that gives the bike a very sleek and streamlined. For the painting was opted for a semi-matte military green with the cheeks brushed aluminum semi-gloss black and threads made by hand directly on the tank, so as to capture both the black color of the frame and the new aluminum fenders semi-polished (low front fender instead of the high fender like the original version).

The rims and valve covers were painted black to give The Scramblerona a more aggressive look. In addition, the original front brake disc 280mm has been replaced by a much more powerful 320mm disc with caliper spacers made of billet aluminum. New brake hose kits for maximum performance under braking.

The original side panels have been replaced by handcrafted side panels made of black leather expertly trimmed following the design of the frame.

Dashboard and headlight removed,  only the speedometer has been kept and housed just above the new round headlight 180mm taken from a BMW R45 on which were lodged the two main indicators: oil pump and battery. The ignition lock has been moved to the left under the tank. Aftermarket scrambler tail-light and plate riveted directly on the fender.

Crash-bars also removed and consequently also the side stand and the oil cooler relocated centrally behind the front forks thanks to a specific kit.

New shot brushed aluminum arrows much more sober than the originals but still with a vintage look.

The saddle was made entirely by hand from a base of finely shaped aluminum to remain flush with the size of the frame, resulting much shorter and slimmer than the original, but still maintaining a length of a two-seater just as comfortable. Dark brown leather to contrast the green military tank, with tone on tone stitching and profiles from a vintage look. It lies a strip of skin on the back of the tank to ensure continuity and make it one with the saddle.

For the exhaust the original manifolds were kept but covered by a gray heat shield band and united in a single terminal racing bullet silencer with db killer.

The result you can see it well from the photos, a BMW GS 1989 which, although already more agile than the newer models, it has become even more with a look and sound like a real Special!
















No comments

La libertà di opinione verrà rispettata sempre, nei limiti della legalità. Qualora si ravvisino commenti offensivi ovvero in violazione di una qualsiasi normativa in vigore, il commento verrà cancellato ma conservato (con il relativo indirizzo ip di pubblicazione) per una eventuale azione legale.

RocketGarage Design. Powered by Blogger.