Titulo

Flying '57 "Moonshine Racer"


Il Moonshine è uno dei prodotti della distillazione clandestina,  pratica diffusa in molti paesi del mondo, di produrre illegalmente bevande alcoliche mediante distillazione a partire da varie materie prime. I distillati ottenuti hanno spesso caratteristiche particolari rispetto ai prodotti disponibili sul mercato legale.Con la stessa filosofia Christian Moretti ha utilizzato diverse parti per produrre la  Flying '57 che è difficilmente riconducibile a uno stile.  


Christian abbiamo imparato a conoscerlo diversi anni fa e lui è uno che non ha uno stile bel preciso, non si dedica a una solo tipologia di moto, ma la costante che lo contraddistingue e la genialità che esprime in ogni dettaglio dei suoi lavori e questa moto non smentisce questa sua vocazione.  


" L'abitudine di classificare e categorizzare le cose è forse l'aspetto più profondo e antico della natura umana.
Non possiamo evitare di dare nomi, definire stili e costruire confini per tutto ciò che abbiamo intorno.

I motocicli non fanno eccezione, ma a volte provare a limitare qualcosa di creativo come una custom-build in una singola categoria o stile è in qualche modo limitante, ecco perché è probabilmente più facile dire quale stile non sia questa motocicletta.


Quindi, questo non è sicuramente un tracker , non è un chopper e sicuramente non è uno scrambler, anche se ha alcune caratteristiche di tutti questi stili differenti.
Ha una piccola struttura e un motore che è troppo grande per questo, strane soluzioni tecniche e molti dettagli barocchi.
E perché NON è un tracker, ha a malapena i freni.


L'idea era di costruire una moto da "barn find" da un universo alternativo, un "moonshine racer" italiano pieno di ingegno e dettagli nascosti.
Quindi alla fine probabilmente è solo un Hot-rod su due ruote o qualunque altro nome tu voglia dargli.


La moto è stata costruita intorno ad un telaio del 1957 Bianchi Tonale 175cc, non molto più di un telaio per bicicletta, ma alla fine solo la parte anteriore di esso è ancora lì, tutto il resto è stato costruito su misura, rinforzato o modificato, per lasciare il nuovo motore in forma.


Il nuovo motore è ancora un monocilindro come nella bici "donor", ma Rotax di 600cc, raffreddato ad aria, spinto verso il basso e lucidato un po ', con carburatori Mikuni su un lato .


Il merito (o il difetto) dell'idea alla base di questa "Flying '57" è venuto dal proprietario, che si è presentato all'officina con un telaio in una mano e un motore dall'altra parte chiedendo se fosse possibile unirle insieme ... tutto il resto è venuto naturalmente intorno a questa pazza idea, ispirata dal movimento hot rod degli anni '50 e '60, dalle gare di fuorilegge e dalla scena "pre-chopper".
Ma vuole anche essere, in un certo senso, un omaggio alla pazza installazione di "Pickp on a tree" di Mark Madson ed è per questo che la moto si chiama "Flying '57".
Spero che non finisca in cima a un albero ma diciamo solo che cavalcare questa cosa può portare a  dare a uno scenario simile ...


La moto è cresciuta letteralmente attorno al motore, il telaio è stato pesantemente tagliato.
E' stato poi rivestito di zinco e lucidato a mano nel tentativo di lasciare alcuni dei segni originali e "patina"  degli anni 60 anni.
Le parti non personalizzate derivano da una lunga lista di diversi modelli di moto, auto e persino un trattore, ma tutto è stato camuffato per fondersi armoniosamente nel mix.


La mancanza di spazio ha costretto a soluzioni insolite, come la sospensione posteriore spostata davanti al motore. Questo è anche un lontano riferimento "Britten" e, insieme allo scarico "reverse", ha funzionato abbastanza bene nel trucco tecnico di spostare tutto il peso nel mezzo della moto che ora è un perfetto 50-50 sulle ruote a 110kg.
Lo scarico è anche un "design modulare" che permette di montarlo in un modo più "usuale", cambiando i lati del silenziatore e anche di giocare con i loop diffentent di lunghezza e forme per variare la risposta del motore.


Progettare un leveraggio funzionale per l'ammortizzatore posteriore montato e adattarlo tra il motore e lo scarico è stato abbastanza complicato, ma allo stesso tempo divertente e consentito l'uso dello spazio sotto il sedile per il serbatoio dell'olio e tutti i componenti elettrici, che terminavano in un look molto impegnato ma ordinato, con solo una tacca di atmosfera steampunk


Il serbatoio del gas, di un altro modello Bianchi, è stato anche tagliato per adattarsi al motore ed è fondamentalmente l'unico tocco di colore sulla bici, la vernice è una "pozione" a base di inchiostro che è stata poi chiamata "leccata di caramelle blu".


Più di 700 ore sono andate in questa piccola macchina da cartoni animati che sembra un giocattolo per bambini in scala ma ha abbastanza grinta per mettere alla prova le abilità di guida.
Quindi assicurati di eseguire tutti i tuoi controlli pre-volo, metti il ​​tuo sedile in posizione verticale e allaccia la cintura di sicurezza, il Flying '57 ti darà le ali! " 


Moonshine is one of the products of clandestine distillation, a common practice in many countries of the world, of illegally producing alcoholic beverages by distillation from various raw materials. The obtained distillates often have particular characteristics compared to the products available on the legal market.

With the same philosophy, Christian Moretti used different parts to produce the Flying '57 which is hardly due to a style.


Christian we learned to know him several years ago and he is one who does not have a very nice style, he does not devote himself to just one type of bike, but the constant that distinguishes him and the genius he expresses in every detail of his work and this bike he does not deny this vocation.


The habit of classifying and categorizing things is possibly the most profound and old aspect of the human nature.
We need to give names, styles and build bounderies for everithing we have around.


This bike is not an exception, but it is something for me, it is not so.
I know, this is a proper tracker for sure, it's not a chopper and definitely not a scrambler, even if it has some characteristic of all this different styles.
 It has too big for it, strange technical solutions and a lot of baroque details.
And because it's NOT a tracker, it has brakes, barely.


The idea was to build a "barn find" motorcycle from an alternative universe, an Italian "moonshine racer" packed with ingenuity and hidden details.
I think you get the feeling / vibe. I think you get the feeling / vibe.


The bike was build around at 1957 frame of a Bianchi Tonale 175cc, not much more than a bicycle frame, but only the front section of it new motor fit.
The new engine is still a single cylinder like in the "donor" bike, but this is a shaking, 4 valves, air cooled 600cc rotax, stripped down and polished a bit, with a big Mikuni flat-slide carb anging on one side .


The merit (or the fault) of the idea behind this build from the owner, who just showed up at the workshop with a frame and the engine on the other side asking if it was possible to blend them ... All the rest came naturally around that crazy idea, by the hot rod of the 50's and 60's, by the outlaw sprint cars and the "pre-chopper" scenes.
But it also wants to be, in a way, an homage to Mark Madson's crazy "pickp on a tree" installation and that's why the bike is called the "Flying '57".
Hopefully it will not end up on a tree but let's just say that


The bike literally grew up the engine, the frame was heavily cutted and the new block forced into. Calling it a tight fit is somehow reductive ...
Small Italian frame, then it was zinc coated.
The non-custom made parts, such as a long list of different models, cars and even a tractor, but everything was disrupted to look just right in the mix.


The lack of space for some technical solution, like the rear suspension moved in front of the motor. "Britten" is a 50-50 on the wheels at 110kg.
The exhaust is also a "modular design" wich allow to mount it in a "more usual way", switching the silencer sides to play wih diffentend loops and shapes to vary the engine response.
Designing a functional link to the front and rear of the car and making it fit in the end of the engine. up in a very busy but tidy look, with just a notch of steampunk vibe


The gas tank, from another White model, the paint is custom ink based "potion" wich was then called "licked candy blue".


700+ hours went into this small, cartoonish machine wich look like a scaled kid's toy but has enough grunt to put your riding skills to the test.


I 'll be sure to perform all your pre - flyight checks, put your seat upright and your seatbelt, the Flying '57 will give you wings!



PlanB Motorcycles | Web | Facebook | Instagram

No comments

La libertà di opinione verrà rispettata sempre, nei limiti della legalità. Qualora si ravvisino commenti offensivi ovvero in violazione di una qualsiasi normativa in vigore, il commento verrà cancellato ma conservato (con il relativo indirizzo ip di pubblicazione) per una eventuale azione legale.

RocketGarage Design. Powered by Blogger.