Titulo

Passione per i due tempi, ma non quelli che intendete voi.


Maggio 1964, sono passati esattamente 55 anni da qual fatidico Bank Holiday dove Mods e Rockers si ritrovarono faccia a faccia nella località balneare sulla costa sud dell'Inghilterra.
 La storia è nota a tutti e celebrata nel film "Quadrophenia", bene cosa successe dopo? l'anno dopo e dopo ancora ?




Nulla, tutto si svolse durante quel weekend, l'anno seguente le autorità era già preparate e anche i Mods e Rockers sapevano, i poliziotti li aspettavano con camionette e manganelli, per cui si tennero alla larga o restarono tranquilli. In quegli anni, tutto si evolveva rapidamente e anche i "ragazzi" del Bank Holiday, in un anno, cambiarono, molti Mods si integrarono con la cultura Hippy, in forte crescita, anche i Rockers si spostarono sempre più verso gli USA con capelli più lunghi ed abbigliamento in stile "metallaro" e le moto Inglesi vennero sostituite dalle nuove e più affidabili giapponesi.


Era il tempo dove a 20 anni eri già sposato con un lavoro e magari anche un figlio in arrivo. Arriviamo alla fine degli anni settanta dove tutto era "Revival" per cui anche le varie Subculture, di cui sopra, tornarono di moda, quindi si rinnovò la passione per gli scooter Italiani, Vespa e Lambretta.


Però con qualcosa di nuovo, i ragazzi cominciarono a modificare e personalizzare i propri mezzi, se negli anni sessanta il top era avere più specchietti possibili, nei primi anni ottanta, si passò a cambiare forcelle, selle, abbellire le carrozzerie, taroccare motori ( questo era di moda anche nelle periferie Italiane ) ed estremizzare al limite dell'eccesso quelli che erano comodi mezzi di trasporto. Nacquero i club di scooter, tanto di gilet identificativi stile Bikers.



Quanto può tutto questo ? qualche anno, diciamo fino a fine anni ottanta. 
Questo periodo è stato immortalato nel video dei Fine Young Cannibals "good Thing" del 1988. 




E siccome "tutto torna" nel 2019 si torna a parlare di questa passione 
Un documentario è in uscita su questa "scena" UK. THE SCOOTERISTS sarà concentrato sul modo di vivere, sulle radici, raccontato con passione da chi guida questi scooter rigorosamente a due tempi. 


Diretto da Andy Hylton, produttore e regista britannico di documentari e video musicali da oltre vent'anni e prodotto dallo stesso Andy Hylton e Matt Barry che per aiutarsi a realizzare questo progetto hanno indetto una raccolta fondi su Kickstarter 


'THE SCOOTERISTS' from Andy Hylton on Vimeo.

 Per approfondimenti esiste anche la loro pagina Facebook:  https://www.facebook.com/thescooteristsfilm
Qualcuno storcerà il naso, ma anche è passione per le due ruote. 


Photo by @Andy Hylton  

Thanks to Luca Casella per questo reportage dal mondo british  

1 comment

La libertà di opinione verrà rispettata sempre, nei limiti della legalità. Qualora si ravvisino commenti offensivi ovvero in violazione di una qualsiasi normativa in vigore, il commento verrà cancellato ma conservato (con il relativo indirizzo ip di pubblicazione) per una eventuale azione legale.

RocketGarage Design. Powered by Blogger.