Titulo

MOARD 'Motorcycle Arts & Designers' | Il Design delle 2 ruote


Il design delle due ruote è sbarcato a Milano, il Palazzo del ghiaccio ha ospitato la prima edizione del Moard, il Motorcycle Arts & Designers, tenutosi lo scorso weekend. I numeri alla fine di questa prima edizione sono stati incoraggianti e anche le reazioni delle aziende è stato più che positivo, questo dà maggiora entusiasmo ai suoi ideatori per puntare a una seconda edizione ancora più ricca.




La location del Palazzo del Ghiaccio di Milano, uno splendido edificio in stile Liberty costituito da un imponente copertura in ferro, legno e vetro rappresenta un felice incontro di virtuosismo architettonico e rigore ingegneristico è stato una scelta azzeccata.
Gli appassionati delle due ruote hanno imparato a conoscere questo spazio grazie al MAD che si svolse nel 2007 , ora per volontà Di Ela "Von Duch " Conti ideatrice del Moard , questo luogo ha nuovamente accolto il mondo dei motori con una formula tutta nuova 



Moard è l'acronimo di “Motorcycle Arts & Designers” una esposizione, interattiva ed emozionale, che ha portato i visitatori a conoscere il processo  creativo e tecnologico che trasforma un idea in un oggetto di design 





L'esposizione ha ospitato oltre 50 mezzi fra moto e scooter divisi tra grandi marchi come Indian Motorcycles, Ducati, Yamaha, Honda, Rizoma, Husqvarna, Triumph, e piccole realtà , hanno trovato spazio anche gli accessori di  SC-Project e Vemar Helmets. 












I designer dei grani marchi hanno mostrato gli schizzi delle moto che ora si trovano sul mercato e di quelle che nasceranno.



I preparatori presenti hanno avuto la possibilità di esporre il loro lavoro e raccontare il processo creativo di tanto lavoro, un'esperienza gratificante per i visitatori che di chi ha svolto il lavoro 


Pubblico quindi molto attento e motivato nel voler presenziare a questa prima edizione che si propone come qualcosa di nuovo nel panorama delle 2 ruote  



“Sono entusiasta per questa prima edizione di MOARD: una partenza con risultati oltre le aspettative”, ha detto Emanuela Von Dutch Conti, project manager che ha ideato MOARD. “La risposta da parte del mondo due ruote, ma soprattutto la partecipazione di tanti giovani, studenti e famiglie con bambini, conferma che MOARD è... contemporaneo! E ci spinge a impegnarci, fin da adesso, per la prossima seconda edizione”.



























Ma il Moard è stato anche un percorso sensoriale, fatto di gusto con un percorso gastronomico , tramite il supporto produttivo del socio Giulio Costantini dello spazio creativo Lanificio di Roma
“Siamo molto soddisfatti di questa prima esperienza: abbiamo trovato un pubblico attento e interessato alle nostre proposte di design e gastronomia” queste le parole di Giulio 



Photo Simone De Ranieri 

No comments

La libertà di opinione verrà rispettata sempre, nei limiti della legalità. Qualora si ravvisino commenti offensivi ovvero in violazione di una qualsiasi normativa in vigore, il commento verrà cancellato ma conservato (con il relativo indirizzo ip di pubblicazione) per una eventuale azione legale.

RocketGarage Design. Powered by Blogger.