Titulo

XS French Racer



Al salone di Tokio del 1969 fu presentata la Yamaha 650 XS, oggi universalmente chiamata "XS1". Lo schema tecnico e l'estetica denunciavano chiaramente la voluta discendenza dalla "Bonneville", ma erano state apportate notevoli migliorie per eliminare le carenze del modello ispiratore. 





Le modifiche riguardavano principalmente il motore, dotato di moderna distribuzione con albero a camme in testa, della trasmissione primaria con ingranaggi, dei cilindri in lega leggera e dei carter frazionati orizzontalmente, ad evitare trafilaggi d'olio.


La "XS-1" fu immediatamente esportata negli USA e nonostante l'incoraggiante successo di mercato, vennero studiate nuove migliorie. Nell'agosto del 1970, la "XS1" scomparve dai listini per essere sostituita dalla "XS1-B" (per il mercato inglese "XS1-F"), che vanta una nuova forcella a steli scoperti e maggiori dimensioni delle feritoie per il raffreddamento del tamburo anteriore.




L'esiguo numero di esemplari inviati in Europa, sia "XS-1" sia di "XS1-B", non permise di valutarne subito le potenzialità commerciali.
Questa però è una di quelle poche che è arrivata nel vecchio continente, per la precisione in Francia e che è comparsa sulla rivista Rad Magazine.
Grazie all'amicizia che mi lega con il suo editore ve la mostro su questa pagine.











No comments

La libertà di opinione verrà rispettata sempre, nei limiti della legalità. Qualora si ravvisino commenti offensivi ovvero in violazione di una qualsiasi normativa in vigore, il commento verrà cancellato ma conservato (con il relativo indirizzo ip di pubblicazione) per una eventuale azione legale.

RocketGarage Design. Powered by Blogger.