Titulo

Kawasaki ZXR 750 R. Green Rocket


Le supersportive giapponesi a quattro cilindri furono i veri e propri oggetti del desiderio dei motociclisti degli anni Ottanta e Novanta ed erano le regine incontrastate del mercato mondiale.



Insieme a Yamaha FZR, Suzuki GSX-R, Honda RC30 e Kawasaki ZX, erano loro le “belle” da utilizzare in pista, magari imitando i vari Merkel, Pirovano e Russell, protagonisti insieme alle Ducati di Roche e Mertens dei primi anni di storia del mondiale Superbike.


Ma per aggressività al confine dell'ignoranza era la Kawasaki ZXR 750 R fu una delle supersportive più apprezzate, grazie a un'estetica estrema, questa moto dall'aspetto molto imponente, è caratterizzata dal codino posteriore a fondo quadrato, una linea molto semplice, una doppia ottica rotonda anteriore ed i due condotti di presa frontale che alimentano il gruppo filtro dell'aria attraversando il serbatoio della benzina.

 

Grazie al pilota statunitense Scott Russell, famoso anche per le “penne da indiano” che caratterizzavano il suo casco, riusci a vincere anche un mondiale Superbike.




info by In Moto.it

1 comment

La libertà di opinione verrà rispettata sempre, nei limiti della legalità. Qualora si ravvisino commenti offensivi ovvero in violazione di una qualsiasi normativa in vigore, il commento verrà cancellato ma conservato (con il relativo indirizzo ip di pubblicazione) per una eventuale azione legale.

RocketGarage Design. Powered by Blogger.