Titulo

Trident Alu


Il Registro Storico Triumph continua nel suo lavoro di censire tutte le moto inglesi sul territorio italiano  e questa continua ricerca a volte porta alla luce degli esemplari degni di nota come questa stupenda 
Trident 750 ALU del 1995

MODIFICHE:

Kit ALU by Numero Tre
Indicatori di direzione Road Racing
Cupolino alluminio Road Racing
Semimanubri Triumph Trophy (prima serie 1992)
Scarico 3 in 1
Pedane



NOTE: Nel 1992 la Triumph ritorna nel mercato italiano grazie all’importatore Carlo Talamo e alla sua Numero Tre. All’inizio le vendite delle nuove inglesi stentano a decollare: il marchio è quasi sconosciuto ai giovanissimi mentre i meno giovani hanno ancora in mente la disfatta dell'industria motociclistica britannica degli anni '80. Per dare visibilità al nuovo marchio e per dimostrare che le nuove Triumph sono delle ottime basi di partenza per costruire delle splendide special, Carlo negli anni inizia a creare delle motociclette personalizzate che faranno la fortuna del marchio inglese in Italia.

Una delle prime, e forse più famose, special di Talamo & C. è la Trident ALU. Partendo dalla Trident 900 a trecilindri, nel 1993 nasce “Geronimo” la prima ALU, quella personale di Carlo. Si tratta di un tributo alle cafè racer degli anni ‘50/’60 che si vedevano attorno all’Ace Cafè. La Numero Tre di via Niccolini costruirà pochi esemplari della ALU mentre altri esemplari saranno costruiti negli anni da alcuni concessionari Triumph grazie al "KIT ALU", composto da serbatoio e codone di alluminio, ordinabile a Milano. 

L’esemplare di questa pagina è stato costruito nel 1997, partendo da una Trident 750 MY1995, da Giuseppe Modosio dello storico concessionario Triumph di Barge (CN). Oltre al montaggio del kit ALU acquistato dalla Numero Tre Milano, Giuseppe ha costruito le seguenti parti: filtro aria, pedane, supporto fanale.  In particolare i coperchi in acciaio del filtro aria sono stati costruiti a mano seguendo la forma dei filtri aria KN dedicati alle Trident anni '70. Le pedane rigide, anche queste costruite a mano come i supporti faro, mantengono le "leve" originali. Da segnalare il riposizionamento dell'impianto elettrico all'interno dell'apposito vano creato nel codone e l'adeguamento della carburazione al filtro aria aperto e al nuovo scarico 3 in uno.
















No comments

La libertà di opinione verrà rispettata sempre, nei limiti della legalità. Qualora si ravvisino commenti offensivi ovvero in violazione di una qualsiasi normativa in vigore, il commento verrà cancellato ma conservato (con il relativo indirizzo ip di pubblicazione) per una eventuale azione legale.

RocketGarage Design. Powered by Blogger.