Titulo

DNA+ by Greight




La DNA+ nasce da un BMW R100 del 1983 che l'ex proprietario aveva vestito con la carena del modello RS. 
Acquistata da Greight poco più di un anno fa , dopo averla guidata in versione originale qualche mese per poterne capire l'animo, decise di stravolgerla senza seguire i canoni standard dello stile café racer, scrambler o bobber...ma di seguire semplicemente lo stile Greight. La parte posteriore del telaio è stata costruita da zero, ricercando un effetto che ricordasse i modelli degli anni '50, con sella a sbalzo e "vuoto totale" (soltanto un piccolo parafango costruito a mano copre la ruota posteriore). Il portatarga è stato costruito in acciaio inox, montato a sbalzo sul lato sinistro con tutti i fili elettrici a scomparsa. Per quanto riguarda il reparto sospensioni, l'avantreno deriva da una Honda Hornet 900 (piastre, forcelle, pinze freno, dischi freno): il canotto di sterzo è stato modificato (allungato e creato nuove sedi cuscinetto), la ruota anteriore originale è stata ripresa al tornio (per poter utilizzare il perno ruota Honda) e sono state create delle campane in alluminio dal pieno per montare i dischi. Completa il tutto una pompa radiale Accossato. Al posteriore lavorano una coppia di ammortizzatori di derivazione Harley Davidson. Il cruscotto è stato costruito a mano ed è protetto da un cupolino in vetro resina. Il serbatoio deriva invece da un Kawasaki Z400 di fine anni '70, ricostruito nella parte finale per seguire il profilo del telaio e debitamente allargato nella parte interna. La sella è stata creata a mano partendo da una lastra di ferro battuta a mano, imbottita poi con neoprene e foderata in pelle. L'impianto elettrico è stato creato da zero per risultare a scomparsa. È stata eliminata la cassa filtro montando due filtri a cono ed è stata costruita una scatola in inox che ospita la batteria e fa da supporto alle bobine a vista. A mano è stato creato anche l'impianto di scarico in acciaio inox dove il collettore sinistro esce a destra a viceversa. Le pedane, ora in alluminio, sono state sostituite e riposizionate, il freno posteriore è ora a cavo eliminando il rimando a bacchetta. Che altro dire...a parte altre decine di parte fatte a mano, è tutto qui! In questi giorni partecipa al concorso di Deus a livello mondiale... chi vuole votarla lo può fare a questo link: http://deuscustoms.com/bikebuildoff/vote/







No comments

La libertà di opinione verrà rispettata sempre, nei limiti della legalità. Qualora si ravvisino commenti offensivi ovvero in violazione di una qualsiasi normativa in vigore, il commento verrà cancellato ma conservato (con il relativo indirizzo ip di pubblicazione) per una eventuale azione legale.

RocketGarage Design. Powered by Blogger.