Titulo

The Real XT tribute | XSR700 Sette Yard Built


Yard Build "Back to the dirt", che ha coinvolto 9 bike builder di altrettanti Paesi nella personalizzazione della XSR700. Ispirazione off-road, MX e i miti dei rally degli anni Settanta e Ottanta: queste le uniche regole alle quali si sono attenuti i bike builder.
A rappresentare l'Italia il dealer ufficiale D&G Motorsport, con il progetto "7".



La D&G Motorsport in collaborazione con Oscar Tasso per il project & design hanno interpretato in pieno il tema , creando un vero XT Tribute, andando a trovare ispirazione in quelle moto che poi sono diventate icone e fatto la storia dei rally africani


Per chi ha esperienza e un ricordo di quegli anni eroici, dove impavidi piloti si avventurano sulle piste e deserti africani, per una delle corse più iconiche di tutti i tempi, sembrerà di rivedere quelle moto


Infatti nelle forme ricorda le prime XT 500 di fine anni 70, che affrontarono quella avventura, il serbatoio voluminoso e volutamente squadrato, forme dettate più dalla funzionalità che dall'estetica    


Grande limite del progetto era quello di trasformare le XSR 700, modificando il meno possibile della base tecnica, quindi senza apportare tagli al telaio, diktat che Oscar Tasso ha oculatamente seguito che ha richiesto grande studio sui lavori da eseguire.


Non ha lasciato vagare la mente seguendo i sui gusti personali, ma ha pensato e realizzato un progetto che potesse essere realizzabile in grande scala , magari come u kit da offrire ai potenziali clienti 


Per far si che la moto potesse essere utilizzabile anche in fuoristrada , ha dovuto modificare le sospensioni , ma lo ha fatto adottando parti di altri modelli Yamaha, infatti la forcella proviene dalla SCR 950 , mentre il mondo è stato rivisto per ottenere maggior luce da terra. 


Come accennato in precedenza l'elemento che colpisce di più è il serbatoio, ma che costituisce solo un cover  infatti il vero contenitore del carburante si trova al disotto.


Per gli altri elementi che costituiscono il vestito della moto la scelta è caduto su componenti altrettanto d'epoca , come le riproduzioni delle plastiche delle moto da regolarità anni 70, della Ufo Plast.
 Per l'anteriore l'immancabile ruota de 21, elemento che distingue subito le moto da fuoristrada con le altre del panorama a due ruote 


La parte meccanica è rimasta invariata a parte lo scarico della SC Project, che regala un sound più accattivante e un pò di brio in più al motore bicilindrico da 75 cv. Motore che è forse l'elemento più riuscito alla casa dei tre diapason, infatti è leggero e potente e regala emozioni alla guida e si presta bene a diversi ruoli come dimostrato anche dal nuovo Tenerè 700.


Noi abbiamo avuto il piacere di osservala e toccarla e confrontarla con le altre concorrenti e devo dire che questa è la meglio riuscita, le altre sono tutte andata fuori tema o si sono presi delle liberà tecniche che non era a loro concesso   



No comments

La libertà di opinione verrà rispettata sempre, nei limiti della legalità. Qualora si ravvisino commenti offensivi ovvero in violazione di una qualsiasi normativa in vigore, il commento verrà cancellato ma conservato (con il relativo indirizzo ip di pubblicazione) per una eventuale azione legale.

RocketGarage Design. Powered by Blogger.