Titulo

Bandit Works Boss

 

Il motore Suzuki caratterizza fortemente l’estetica della Bandit 1200 , con la sua fitta alettatura segno distintivo del sistema di raffreddamento misto aria/olio SACS (Suzuki Advanced Cooling System) è ormai entrato a far parte dei classici del motociclismo 

Pur essendo un motore datato, nonostante i 98 cv che per i riferimenti moderni sono pochi  è la coppia che da gusto nella guida. L’intramontabile quattro cilindri, ostenta un funzionamento impeccabile. Si dimostra uno dei più silenziosi in circolazione, privo di rumori meccanici e rispettoso dell’udito La distribuzione bialbero in testa a sedici valvole, ha un diagramma studiato per meglio sfruttare la potenza ai bassi regimi. Ma superati i 5.000 giri, dà il meglio di sé, salendo senza indugi sino alla zona rossa, posta a 10.000 giri. La spinta è degna di un propulsore sportivo: forzuta, pronta e progressiva, ma sempre gestibile, grazie anche all’ottimo equilibrio generale della ciclistica, tanto tradizionale quanto efficace-

Ecco perchè Tetstuya ne va luto fare un moto in stile endurance , di quelle moto concrete e solide che badano al sodo senza tanti fronzoli ma che puntano tutto sullo stile marcato e preciso 







No comments

La libertà di opinione verrà rispettata sempre, nei limiti della legalità. Qualora si ravvisino commenti offensivi ovvero in violazione di una qualsiasi normativa in vigore, il commento verrà cancellato ma conservato (con il relativo indirizzo ip di pubblicazione) per una eventuale azione legale.

RocketGarage Design. Powered by Blogger.
google.com, pub-5748596377744039, DIRECT, f08c47fec0942fa0