2.10.2012

Deus Dominari




La Deus Indonesia ha tirato fuori quest'altra scrambler su bade Honda NX650 Dominator e ricalca lo stile che ormai le fà riconoscre subito dagli appassionati , ma aldilà della fattura curata e pulita io pongo l'attenzione su alcune scelte estetice che sembrano andare tanto di moda .
Il posteriore viene alleggerito nella linea elimando il parafango a sbalzo preferendo l'adozione di uno che sta a filo con la ruota , ma sara poi cosi funzionale con il predecessore ?
Guardando il video vi accorgerete che se si vuole un scrambler che non sia destinata solo alla tragitto casa/bar quella soluzione non è corretta , ecco perchè gli designer fino ad ora non l'hanno mai adottata .

Quindi va bene l'estetica ma anche la funzionalità deve avere il suo peso se non si vuole avere solo un bell'oggetto da portare a spasso per le vie del centro ...la moto và anche usata questo è un consiglio per i molti appassionati che ultimamente si sono buttati su questo nuovo filone che sembra aver preso piede nell'ambiente .



5 comments:

Don Zauker said...

Deus Indonesia? Hanno fatto le filiali? Però!
Lavorare su questo tipo di moto è ormai all'ordine del giorno: base di partenza a prezzi ragionevoli e, last but not least, manubri alti!

Michelangelo Possidente said...

Fino al 2010 si 'costruivano' special stile cafè racer funzionali e sopratutto utilizzabili. Successivamente lo stile cafè racer è diventata una moda e hanno iniziato a costruire special belle ma poco funzionali.. Ora le cafè racer stanno lentamente diminuendo per far spazio alla scrambler... Mi spiace dirlo ma ci sono sempre più 'motociclisti' che preferiscono l'apparenza. E come sappiamo bene l'apparenza e le moto utilizzabile non vanno per niente d'accordo.. Poi se si percoronno 10 km al giorno allora sì che si può preferire un soprammobile ad una moto ;-)

streetracker said...

Mi sembra che Deus abbia dimostrato da tempo una precisa identità e nel mercato in cui opera i numeri paiono essere confortanti. E' un dato concreto e se 'ste moto fossero poco funzionali la voce si spargerebbe presto... Io continuo a preferire questo stile semplice alle forzature e al cattivo gusto che sembra imperare tra gli specialisti degli ultimi tempi. E la funzionalità, lo sappiamo, non passa certo dal manubrio stretto...

Michelangelo Possidente said...

Si Deus ha sempre costruito questp genere di moto.. Infatti il mio commento non è riferito strettamente alla Deus. E' riferito al panorama attuale che si sta delineando in Italia. Si costruiscono una notevole quantità di moto 'chic' da tenere nel salone di casa. Le moto special funzionali che fanno più di 5.000 km l'anno sono davvero poche.

Don Zauker said...

Beh, ragazzi, questo è un argomento valido, ma anche vecchio come il mondo. Mi ricordo che già ad Arlen Ness (altro settore, certo) negli '80 si muovevano osservazioni analoghe: sono pezzi da museo, non certo da guidare.
Tornando a noi, ritengo sia possibile creare una Café, con tutti i crismi, ma anche non scomoda e usabile tutti i giorni: richiede solo un pò di attenzione in più nella valutazione delle quote ciclistiche. Gli scrambler, secondo me, si pongono ad un livello differente: di natura sono già polivalenti, quindi più usabili.
Però, massimo ripetto per tutti i "gusti".

ShareThis

Related Posts with Thumbnails