8.18.2014

"Noi" e "Loro"

Per “Loro” che guidano le moto ,ma le guardano da fuori , se i cilindri siano pari o dispari ,non fa molta differenza ,   per “Loro” sono semplicemente "Moto" e bisogna avere quella che fa tendenza , “Loro” sanno che quella moto è figa perchè costa un botto o che quell'altra si smonta per strada ,perchè lo hanno letto su un trafiletto di giornale dal dentista .
Per “Noi” è diverso ; se sono due bisogna saper distinguere ad esempio se sono a L o a V , se hanno due o quattro valvole , per “Noi” non sono tutte uguali , molto spesso se ti leghi ad un motore in particolare , te lo porti sotto al sedere per tutta la vita , magari cambi modello o cilindrata ma il motore no !!!
Esasperati e pistaioli quelli di “Noi” con più di quattro cilindri ed un infinito numero di valvole
Spocchiosi e amanti della birra  (Me compreso)  , quelli di “Noi” che hanno due cilindroni grossi ad accompagnarci per la strada
Eleganti ma grintosi quelli di “Noi” che cilindri ne hanno tre con la loro motoretta sempre pronta sia ai bassi che agli alti
Potrei scrivere un intero trattato su gli uomini e i loro cilindri ( e magari un giorno lo farò).
Ma , mi fermo concludendo che gli uomini come “Noi” non contano i cilindri della moto che gli incrocia la strada , alzano la mano e salutano .

Sono cose che quelli come “Loro” non potranno capire mai

B.D.

Grassa Vs Magra

Oggi si parlava di zavorrina magra o zavorrina grassa ....

E allora mi son messo a pensare a quante volte ho rovinato le candele ...
A quante ne ho sostituite sul ciglio della strada ...
A quando le ho grattate con la carta vetrata ...
E a quelle sostituite ancora funzionanti ...
Il tutto perchè : A volte era troppo magra ... e altre era troppo grassa !!!
DANNATA CARBURAZIONE
B.D.


8.16.2014

Ho preso in consegna il Garage !!!

Come aveva annunciato il “Boss”  ... ha lasciato per una settiama le chiavi a “Me” ... Oggi darò un occhiata al garage !!
B.D.

See you later


Ok , il vostro Rocket va in vacanza ma non vi lascia soli , ho lasciato le chiavi del RocketGarage a un misterioso personaggio . Quindi declino ogni responsabilità per quello che succederà nei prossimi giorni . Ci rivediamo quando torno .

Ok, your Rocket goes on holidays but do not leave you alone, I left the keys to the RocketGarage a mysterious man. So I decline any responsibility for what happens in the next few days. I'll see you when I get back.

Montjuic

8.15.2014

Boxer 1000 by Officine Rossopuro


Flilippo Barbacane dopo avere dichiarato il suo amore per le bicilindrice di Mandello con svariate special ora si presenta con un BMW
Un progetto inusuale in un panorama usuale!



Una customizzazione che riguarda il 90% della base di partenza. 
Infatti il cliente voleva una moto con qui fare anche del fuoristrada leggero e non solo una moto per fare sfoggio al bar con li amici . quindi le forcelle sono state cambiate con 2 Marzocchi da 45 mm e ammortizzaotri Bitubo a gas al posterioree pneumatici Heidenau , che assomigiano a quelli da trial ma che offrono il giusto compromesso tra l'uso quotidiano e quello in mezzo alla natura   
Posteriore che ora adotta un nuovo telaietto posteriore dove alloggia una sella degna di questo nome e che rendo il tutto molto armonioso.
.

L'impianto frenate con dischi da 320 , molto più che potenti per bloccare la moto , per quello elettrico lo ha semplificato al massimo e nascosto sotto il serbatoio mentre la piccola batteria la litio e messa in basso nella parte inferiore del telaio vicino il forcellone 


Serbatoio in alluminio come i parafanghi con una colorazione che usa il verde petrolio e il grigio .



Il compito di fare qualcosa di diverso era davvero difficile visto che ormai tutti provato a dare la loro versione scrambler dell BMW , ma Filippo si è dimostrato ancora una volta uno dei più bravi nel palcoscenico mondiale


Officine Rossopuro BMW THE BOXER 1000
Anno: 2014
Base: BMW R100/7
Foto: Filippo Barbacane


Ride


Just ride, I just ride, I just ride 




Wheels and Waves 2014

8.14.2014

Crash

 

Di solito vi faccio vedere foto e video moto che  invitano a correre o vi racconto di scorribande tra strade tutte curve , ma in questo caso concedetemi 2 minuti della vostra attenzione.

In questi giorni di vacanza quando tutti sono in giro a divertirsi, dopo i lunghi mesi invernali chiusi in casa, le strade si affollano ,si riempiono e sempre più spesso frequentate anche da automobilisti che sembrano distratti dai altri mille pensieri , quale la ricerca di un parcheggio o il massacro uditivo e mentale dato da compagne logorroiche e pedanti o ragazzini urlanti .
Quindi voi che siete più furbi e più svegli aprite gli occhi ed evitate di fare manovre azzardate , tipo superare di slancio una colonna si auto ferme o tutte quelle cose assurde che a noi piace fare .
Anticipate le intenzioni di manovra di chi vi sta davanti almeno di 2 auto .
Sono troppi gli incidenti che si sentono in questo periodo e non voglio perdere i miei fedeli lettori , vi voglio ritrovare tutti qui a ferie finite , cosi da poterci raccontare le vostre avventure e i luoghi che avete visitato.

Quindi state attenti e usate il cervello anche per quelli che non lo fanno e ci rivediamo al rientro . 
Ciao ragazzi 

Guzzi 006 Scrambler


Franceso Armino di Fifty Garage tramite la pagina ufficiale propone la sua sesta creazione , su base Guzzi Nevada 750 , quindi un bel salto da custom a scrambler . 
Ma leggete di seguito la descrizione dei lavori eseguiti che ha portato a questa trasformazione


“La moto è stata portata a telaio e rifatta completamente. Sono stati realizzati gli appositi fissaggi del serbatoio, proveniente da una Ducati Mark3 e della sella realizzata a mano. Telaio e cerchi sono stati verniciati a polvere, mentre il motore, opportunamente revisionato e ottimizzato, con una vernice resistente alle alte temperature. Lo scarico due in uno, fatta eccezione per il terminale al quale è stato applicato solo una griglia protettiva, è stato realizzato artigianalmente e fasciato con bende termiche. Idem per i collettori dritti dei carburatori e per i filtri a trombetta ricavati dal pieno. I parafanghi e le tabelle sono in alluminio. La forcella è stata solo tarata e le sono stato applicati i classici soffietti, gli ammortizzatori invece sono stati sostituiti con un modello di interasse maggiore e sono regolabili. La colorazione verde militare opaco è già vista ma secondo me su uno scrambler non guasta e piace sempre. Gli accessori, la tanica che funge da borsa e il faro aggiuntivo di profondità sono facilmente asportabili rendendo la moto più snella. La moto monta pneumatici nelle misure riportate da libretto e tutto il necessario alla circolazione stradale, frecce, specchio, ecc... La strumentazione è composta da un piccolo contakm su fondo bianco con spie integrate, chiave di avviamento e pulsante start sono posizionati lateralmente sul telaio, sul manubrio rimane solo un piccolo commutatore devioluci. Molte ore di lavoro e notti insonni per realizzarla... Chissà se piacerà...” La moto è bella e ben realizzata

















ShareThis

Related Posts with Thumbnails