1.04.2014

Merda d'artista



L'altra sera guardavo alla tv un programma sulla famosa beffa di Livorno , dove tre giovani Livornesi nel 184 si fece beffa del mondo intero e in partcolar modo dei critici d'arte.
Lavorarono un pezzo di pietra imitando lo stile di Modigliani per poi gettarlo poi gettarlo nei fossi Medicei  e la notizia del suo ritrovamento fece il giro del mondo e molti critici certificarono l'autenticità dell'opera .
Tutta l'opinione pubblica accetto per vera quell'opera di burloni e a nessuno venne il dubbio solo perchè degli esperti lo avevano espresso il loro convincimento .
Questo discorso perchè ? un'opera d'arte o qualcosa di bello è bello indipendentemente da chi lo realizza o lo stesso creatore da valore all'opera ? In questa immagine ci sono delle scatole che contengono la feci dell'artista Pero Manzoni.  
Opera in questo caso provocatoria , ma mi chiedo e tutto bello quello che fanno i nomi noti della mondo dell special ? Io giro molto per il web e mi imbatto in moto belle e brutte  e non sempre quelli bravi centrano il bersaglio con i propri lavori, ma nessuno mai si sognerà di dire che sono delle brutte moto.
Io da parte mia ho la mia opinione , guardo di tutto un pò , osservo con attenzione e poi se trovo qualcosa che mi piace la mostro qui sul blog , quello che non vedete qui non è che io non lo conosca è che spesso e volentieri non mi piace e che secondo il mio giudizio estetico è brutto.
Qualcuno mi potrebbe dire "Perchè non fai notare tu questi sbagli" vi rispondo che questo spazio non è fatto per criticare il lavoro altrui , in questo caso diventerebbe un lavoro davvero enorme ...perchè in giro di merda d'artista ce n'è davvero tanta .    

1 comment:

Don Zauker said...

...Senza poi contare le vendette più o meno trasversali, nella sacrilega ipotesi di criticare un cesso su due ruote. Chi dice (polemicamente, secondo me) "perché non fai notare tu questi sbagli", non ha mai proferito verbo in merito (o per mancanza di competenza, o di palle), perché altrimenti saprebbe già ciò di cui parlo.
Io dei cessi non ne parlo più, e do i miei apprezzamenti a quelle che mi piacciono. La vita è troppo breve per litigi inutili.

ShareThis

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails